L’olio extravergine di oliva è composto essenzialmente da grassi, questo è vero, ma occorre specificare che non tutti sono dannosi per la nostra salute, al contrario, molti sono essenziali per il nostro organismo. L’olio infatti è composto principalmente da questi ultimi, che lo rendono una delle migliori fonti di grassi per la nostra alimentazione, anche quando siamo a dieta. Dunque chiariamo subito che l’olio di oliva non fa ingrassare. Vediamo perché.

 

Olio evo: il grasso che fa bene

Questa caratteristica si deve alla sua composizione: infatti tra il 99% dei lipidi che lo compongono ben il 75% è costituito da acido oleico, acido linoleico e acido palmitico, ovvero grassi monoinsaturi che fanno dell’olio extravergine d’oliva un alleato importante del nostro sistema cardiovascolare. Inoltre, dettaglio non trascurabile, non fanno ingrassare.

L’olio evo aiuta a mantenere sotto controllo il colesterolo cattivo (LDL) aumentando i livelli del colesterolo buono (HDL) che ha la funzione di pulire le arterie dai depositi di grasso; tutto ciò facilita la corretta circolazione del sangue.
Gli acidi grassi dell’olio extravergine di oliva svolgono un’azione preventiva nei confronti delle malattie cardiovascolari, proteggendo il cuore da infarti o altre patologie.

L’oro verde inoltre, oltre a essere un grasso buono per il sistema cardiocircolatorio, rappresenta un vero e proprio alleato per la nostra dieta, grazie alla miniera di vitamine che contiene, elementi essenziali che non devono mai mancare in un piano alimentare equilibrato e sano.

Vediamo nello specifico tutte le proprietà che l’olio evo possiede e che ci aiutano nel mantenimento del peso ideale.

L’olio extravergine di oliva: un alleato per la dieta

L’olio extravergine di oliva non può assolutamente mancare in una dieta equilibrata, in quanto rappresenta un valido aiuto per il corretto funzionamento dell’organismo e per la nostra salute in generale.

Occorre fare una precisazione: essendo costituito al 99% da lipidi, l’olio evo è certamente calorico, ogni 100 grammi contengono circa 900 calorie. Ma questo non significa che occorre eliminarlo dal vostro piano alimentare se avete in programma di perdere peso.
Questo grasso buono ci aiuta ad assimilare le vitamine liposolubili (A, D, E, K) e il calcio che assumiamo attraverso frutta e verdura.

In più, i grassi contenuti nell’olio extravergine d’oliva contribuiscono a:

  1. favorire il senso di sazietà
  2. proteggere lo stomaco dalle infiammazioni
  3. facilitare la digestione
  4. evitare il gonfiore addominale

Queste quattro funzioni sono importanti per raggiungere il benessere dell’organismo e per seguire correttamente una dieta ipocalorica.

Nonostante abbiamo dimostrato che l’olio extravergine di oliva sia un importante alleato per la nostra dieta è opportuno ricordare di non eccedere con le dosi. Per godere dei suoi preziosi benefici e condire con gusto i vostri piatti sono sufficienti 3/4 cucchiaini al giorno, meglio se a crudo.

Perché scegliere l’olio extravergine al posto di altri oli vegetali

Ora che abbiamo svelato tutte le proprietà salutari dell’olio extravergine di oliva, non rimane spazio ai dubbi, si tratta del condimento migliore con cui integrare la propria alimentazione, anche in caso si stia seguendo una dieta ipocalorica. Eppure molte persone continuano a credere che gli oli di semi siano meno grassi o equivalente all’olio di oliva.
Apparentemente non c’è nulla di sbagliato in questa affermazione perché negli oli vegetali è presenti la stessa quantità di grassi e le stesse calorie contenute nell’olio di oliva.

Quindi perché scegliere l’olio evo?

Un buon olio extravergine di oliva è più saporito rispetto a un qualunque olio di semi; per questo motivo siamo inclini a usarne molto meno a crudo, dato che conferisce più gusto con minore quantità. È il caso di tutti gli oli extravergine che produciamo nel Frantoio Sommariva, come Cru Maina: il sapore deciso ma dolce contraddistingue un olio pregiatissimo, ottenuto tramite spremitura a freddo delle migliori olive di cultivar taggiasca.

Per quanto riguarda la cottura, l’olio di oliva ha un punto di fumo – temperatura a cui un grasso alimentare inizia a rilasciare sostanze tossiche volatili – più alto rispetto a tutti gli altri oli; ciò lo rende ideale anche per le fritture. Questo fenomeno è dovuto al fatto che possiede una minore quantità di acidi grassi polinsaturi, cosa che lo rende un olio più stabile in cottura.

L’olio extravergine di oliva non fa ingrassare

Abbiamo quindi chiarito ogni dubbio: l’olio extravergine di oliva non fa ingrassare, al contrario è un valido alleato anche quando ci si sottopone a una dieta ipocalorica con lo scopo di dimagrire.
Se seguite un regime alimentare con l’obiettivo di perdere peso è corretto e sano utilizzare l’olio extravergine per condire i vostri piatti sia a cotto che a crudo.

Occorre dosarlo con moderazione, ma eliminarlo dal proprio piano alimentare per paura di ingrassare sarebbe un grave errore. L’olio extravergine di oliva infatti è anche un alleato della nostra salute: aiuta a mantenere sotto controllo tutto il sistema cardiovascolare facendolo funzionare al meglio.

 

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano