L’olio extravergine d’oliva è composto principalmente da grassi monoinsaturi, per la quasi totalità da trigliceridi. Si tratta di un alimento dalle numerose proprietà, per questo non deve mai mancare sulle tavole degli italiani. Non a caso è la pietra miliare della nostra dieta mediterranea, per cui siamo abituati a utilizzarlo per cucinare e condire i piatti: a crudo o in cottura 3 cucchiai al giorno fanno sicuramente bene.

I suoi benefici per la nostra salute sono dovuti a:

  • vitamina E
  • grassi monoinsaturi
  • acido oleico
  • acido palmitico 
  • acido linoleico
  • acido steatico

Grazie alle sue proprietà nutritive non è utile solo in cucina ma possiamo utilizzarlo anche sui capelli e per la bellezza della nostra pelle; per questo motivo oltre a produrlo per uso alimentare abbiamo realizzato una linea di cosmesi.

Inoltre può aiutarci anche nel preservare la salute dell’organismo nella sua totalità; i principi attivi sopracitati tengono a bada l’insorgenza di alcune complicazioni dovute anche a patologie importanti.
Ci soffermeremo soprattutto su 5 benefici che il consumo di olio extravergine di oliva può comportare per il nostro organismo, correlati principalmente a 5 malattie molto frequenti.

Scopriamo insieme quali sono queste patologie che l’olio di oliva aiuta a contrastare 

 

I benefici dell’olio di oliva per la nostra salute

Numerose ricerche italiane e statunitensi hanno evidenziato come l’uso di olio extravergine nella dieta di tutti i giorni possa avere dei benefici per la nostra salute. Le sue proprietà nutrizionali non solo aiutano a diminuire il colesterolo ma sono addirittura in grado di contrastare patologie importanti come l’Alzheimer e il tumore dell’intestino.

Prevenire l’Alzheimer

L’olio extravergine di oliva è un alimento così ricco di proprietà benefiche per l’organismo che un team di scienziati statunitensi ha scoperto che può essere utile per prevenire l’Alzheimer, o quanto meno per diminuire i disturbi che questa patologia comporta.
Gli studiosi hanno infatti dimostrato che il suo regolare consumo sia in grado di:

  • ridurre la formazione di placche beta-amiloidi nel cervello – classici indicatori di questa patologia – grazie al processo di autofagia attraverso cui le cellule eliminano tossine e detriti intracellulari
  • ridurre l’infiammazione del cervello
  • proteggere la memoria e la capacità di apprendimento

Combattere il colesterolo cattivo

Possiamo aiutare il nostro organismo a combattere il colesterolo introducendo l’olio di oliva nella nostra alimentazione. I suoi grassi monoinsaturi stimolano la circolazione sanguigna, aiutano ad eliminare il colesterolo cattivo (LDL) e a favorire l’aumento del colesterolo buono (HDL).
Come sappiamo il colesterolo cattivo può provocare problemi cardiovascolari seri; è bene quindi seguire una dieta sana ed equilibrata che preveda:

  • tante fibre
  • Olive Oil
  • legumi
  • carne bianca
  • cotture al vapore

Seguire questi piccoli consigli aiuta a favorire la respirazione cellulare e quindi a prevenire malattie del sistema cardiovascolare.

Proteggere dai batteri

L’olio extra vergine d’oliva ha anche la capacità di proteggere il nostro fisico dai batteri e da tutti i microrganismi nocivi. Questo perché è in grado di rafforzare il sistema immunitario: le sue sostanze nutritive infatti combattono i batteri e altre cellule dannose per il nostro corpo e le eliminano, proteggendoci da malattie infettive.

Rallentare i tumori intestinali

I ricercatori dell’Università di Bari hanno scoperto che l’olio di oliva è in grado di rallentare i tumori intestinali grazie alla quantità di acido oleico che contiene. 
Durante studi pre-clinici gli studiosi hanno potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale – maggiori cause di tumori intestinali – e farli regredire notevolmente attraverso la somministrazione di una dieta ricca di acido oleico. L’oro verde è dunque in grado di diminuire gli stati infiammatori dell’apparato intestinale, spesso causa principale dell’insorgenza di tumori.

Lenire i dolori articolari

L’olio come antidolorifico? Sì, esatto. E’ scientificamente provato che l’olio di oliva può aiutare a lenire i dolori articolari, dovuti ad infiammazioni o forme di artrosi. Questa proprietà è dovuta alla presenza dell’oleocantale, ovvero quella sostanza responsabile del sapore forte che si avverte quando si deglutisce l’olio stesso.
I ricercatori hanno affermato che circa quattro cucchiai da tavola di olio al giorno hanno un’azione pari a quella di una compressa da 200 mg di ibuprofene, noto principio attivo dei medicinali anti-infiammatori più diffusi. Ma a differenza dei farmaci l’olio di oliva non ha effetti collaterali ed è anche buono.

L’olio di oliva, una panacea per tanti disturbi

Abbiamo avuto la riprova, dimostrata anche sulla base di studi e ricerche medico-scientifiche, che l’olio di oliva è un alimento davvero naturale e salutare. Aiuta a combattere disturbi più o meno lievi e in molti casi apporta gli stessi benefici di un farmaco. Inoltre è ottimo per condire ogni pietanza, perché esalta i sapori senza coprirli. Provate un olio extravergine di oliva eccellente come il nostro Cru Maina, ottenuto dalla spremitura di olive cultivar Taggiasca; porterete in tavola gusto, tradizione e tanta salute.

 

en_GBEnglish (UK)
it_ITItaliano en_GBEnglish (UK)